Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘primavera’

Fiori di ciliegio

Il tempo continua a non essere clemente, la primavera pare non arrivare eppure il ciliegio da fiore davanti casa pare non essersene accorto e ci ha regalato questa meravigliosa fioritura!

Grazie, questi fiori regalano felicità e  sono di buon augurio per la primavera che arriverà.

 

045

Annunci

Read Full Post »

Le previsioni meteo l’avevano preannunciato : il sole caldo e la primavera anticipata sarebbero finiti presto e così è stato…da qualche giorno le temperature si sono abbassate e il freddo è tornato.

I timidi fiori di mandorlo però sono lì a ricordarci che…è solo questione di tempo e la primavera arriverà davvero!

 

Read Full Post »

Che nell’aria c’è profumo di primavera me ne sono resa conto questa mattina percorrendo la strada che porta in città passando attraverso la campagna.

La strada è costeggiata da prati, vigne e mandorli selvatici che questa mattina, improvvisamente sono fioriti!

Evidentemente il clima mite di questi giorni ha fatto questo piccolo miracolo : nuvole di fiorellini bianchi rosati che annunciano l’arrivo della bella stagione. Certo, potrà fare ancora freddo però le giornate si sono allungate, il sole è tiepido e l’inverno non fa più paura.

Oggi è stato anche giorno di giardinaggio, bisogna preparare tutto per la bella stagione , togliendo il telo antigelo alle piante di camelie  ho visto che avevano già dei  teneri boccioli rosa intenso…

sorprese delle primavera!

Read Full Post »

 

Malgrado il freddo , al calare del sole, si faccia sentire, nell’aria si respira aria di primavera.

Mentre passeggiavo con il mio  cagnone mi sono soffermata più volte ad annusare l’aria…non ci sono dubbi : è il profumo della primavera quello che si sente!

E’ un misto di profumo di erba tagliata, di terra bagnata, è inconfondibile.

Ho osservato la natura intorno a me e qualcosa è cambiato. Gli alberi selvatici di mandorlo hanno i primi fiori che stanno sbocciando, i rovi di mora stanno diventando verdi e gli alberi di ghiande perdono le foglie invernali e lasciano il posto a piccoli germogli.

Sono grata al mio cagnone che si ferma ogni dueminuti ad annusare, a scoprire…in questo modo mi fermo anch’io e godo di questa straordinaria natura.

Mi è venuta in mente questa poesia di Giosuè Carducci che ho imparato molti anni fa…

Grazie maestra Lucia!

PIOGGIA DI MARZO

Ecco l’acqua che scroscia
e il tuon che brontola:
porge il capo il vitel                                                      
da la stalla umida
la gallina scotendo
l’ali strepita,
profondo nel verzier
sospira il cuculo
ed i bambini sopra
l’aia saltano.

Read Full Post »

Oggi è una giornata particolare, non c’è nulla che non porti ad essere di buon umore : c’è un bellissimo sole primaverile, l’aria è tiepida, in città c’è grande allegria e fermento per la fiera di S.Orso che inizia domani eppure…

Eppure è bastata una frase a farmi venire una grande malinconia.

Questa mattina mi sono recata in un ufficio per alcune pratiche e, presentando il documento, l’impiegata allo sportello mi dice :” che bello il suo nome, è delicato e dolce al suono, chi l’ha scelto, suo papà o sua mamma?” e io orgogliosa :” mio papà!”allora l’impiegata dice :” suo papà doveva essere una persona molto sensibile e dolce per scegliere un nome così!”

Già…il mio papà! I mmediatamente sono risalita in macchina e le lacrime hanno iniziato a scendere copiose sul mio viso; era tanto tempo che non piangevo per la mancanza di mio papà, sono passati 12 anni dalla sua morte e il suo ricordo ora è sereno, legato al grande amore che provavo per lui. Oggi invece ho avvertito un grande vuoto dentro, una grande necessità di sentirlo vicino, di saperlo felice. Chissà come sarebbe orgoglioso dei suoi 2 nipoti: mia figlia che si è laureata da poco e mio figlio che lui adorava  e che ormai è un uomo…chissà come godrebbe della loro compagnia ora che sono grandi, lui che è stato il loro più grande amico dell’infanzia! Il “nonno pazzo” come lo chiamavano perchè era una spericolato, non esitava a lanciarsi in folli discese con lo slittino in inverno oppure in estenuanti pedalate in bicicletta d’estate!

Oggi, dopo tanto tempo, ho avuto nitida l’immagine del viso di mio papà e il suonodella sua voce, quella voce profonda che spiccava nel coro della parrocchia e quegli occhi azzurri che regalavano serenità.

Mi manca tanto mio papà, avrei ancora tanto bisogno di lui anche se sono grande, sono madre e moglie però…sono anche figlia. Il rapporto con mia mamma è ottimo però l’amore per mio papà era speciale. Durante la sua lunga malattia un giorno mi disse :” io mi fido di te, con te andrei ovunque!” Ecco papà, spero di non averti mai deluso e spero che tu abbia sentito tutto l’amore che ti ho donato.

Queste stelle alpine sono  per te che amavi tanto le tue montagne e che facevi lunghe camminate sulle alte vie.

Read Full Post »