Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘emozioni’ Category

Passato il periodo delle feste la città sembra rilassarsi : sono spariti i turisti, le persone affannate nei negozi, lo stress, la frenesia…

tutto riacquista la solita normalità, quella normalità che, a me personalmente, da tanta sicurezza e tranquillità.

Le luminarie del centro storico della città sono state spente, sono in attesa di essere magicamente riaccese la sera del 30 gennaio in occasione della millenaria fiera di S.Orso; allora la città sarà di nuovo in festa e le vie gremite di visitatori. Si potrà gustare il vino caldo nelle vie del borgo la sera della veglia e ammirare le opere degli scultori ma anche gli attrezzi costruiti dai contadini al tepore delle loro stalle….

Questo evento ha sempre un sapore un pò magico per la città e lo ha anche per me perchè ricordo gli anni in cui ero bimba e mi recavo alla fiera accompagnata dal mio papà, con lui mi sentivo al sicuro anche se ero piccola e c’era molta gente attorno a me.

Sapore di ricordi lontani , basta poco per farli tornare nel cuore e nella mente…

Annunci

Read Full Post »

Ritorno da Parigi

Eccomi di ritorno da un fine settimana a Parigi.

Mio marito ed io siamo andati a portare alcune cose che mancavano al cucciolo e che non poteva trasportare in treno.

Il viaggio in macchina è stato lungo ma davvero piacevole. Era la prima volta che affrontavamo questo viaggio in macchina e devo dire che sia il treno che l’aereo, non permettono di godere dello straordinario paesaggio ….abbiamo attraversato la Francia e le sue immense campagne colorate d’autunno, abbiamo visto boschi che sembravano dipinti e stupendi paesini arroccati sulle colline.

A Parigi ci ha accolto sabato un clima quasi primaverile, è stato molto piacevole passare due giorni con il nostro ragazzo. Un mese lontano da casa non è tantissimo ma noi lo abbiamo trovato “più grande”, cresciuto.

Lui si è ambientato benissimo, ha già molti amici  e ha mostrato a suo papà, orgogliosissimo, i suoi libri e i suoi atlanti di anatomia. Abbiamo passato davvero dei bei momenti insieme a lui.

Quando siamo ripartiti ieri eravamo un pò tristi, abbiamo salutato il cucciolo, lo abbiamo visto allontanarsi nel tunnel della metropolitana, ci siamo guardati in faccia  e…grandi lacrime sono scese dagli occhi di una mamma e di un papà che per un attimo si sono davvero sentiti un pò persi!

E’ stato solo un attimo di malinconia perchè il pensiero che il nostro ragazzo è sereno e sta vivendo un’avventura davvero importante che ha voluto con tutte le sue forze, ci ha subito rasserenati.

Ci siamo detti che conserveremo  per molto un’immagine di questi giorni : noi fermi nel traffico e nostro figlio che ci veniva incontro in bicicletta, nel Quartiere di S.Germain, con il sorriso più dolce del mondo  stampato sul viso!

Anche per queste piccole cose è stupendo essere genitori.

Read Full Post »

Il vecchio caco

Guardando il’immagine del blog di Appasionata mi è venuto in mente il vecchio albero di caco che svettava fiero nel cortile della casa dove abitavo da bambina.

Era un’albero molto alto e robusto; in estate, con la sua folta chioma verde brillante, riparava noi bambini dal sole, in autunno era un vero spettacolo con i suoi rami ricoperti di frutti arancioni! Ma il compito più importante del vecchio caco era quello di reggere l’altalena che gli adulti avevano fissato al suo ramo più robusto…era un divertimento dondolarsi su quell’altalena e spingersi sempre più in alto, più alto fino a toccare le foglie e i frutti.

Caro caco, noi bambini di allora siamo cresciuti ma tu sei sempre lì, nel tuo cortile…forse non ci sono più bimbi nella grande casa ma tu mantieni inalterata la tua fierezza e la tua grandezza e, fra poco, ti rivestirai ancora di bellissimi frutti arancioni!

 

Read Full Post »

Eccomi a casa…

Dopo due settimane di vacanza rieccomi a casa!

Le vacanze appena trascorse, sebbene più brevi degli scorsi anni, sono state estremamente positive, mi sono davvero riposata, mentalmente e fisicamente,come non mi succedeva da anni.

Prima della partenza ero molto stanca e provata, la mia testa era così piena di pensieri che pareva non ci potesse stare più nulla dentro…

Le due settimane passate al mare mi hanno ritemprata nel corpo e nello spirito.

Mi ha fatto davvero bene trovarmi nel piccolo porto dove abbiamo passato le nostre ultime 17 estati! Ho molti ricordi  belli legati a questo luogo e quest’anno li ho come ritrovati tutti, compresa l’ultima vacanza fatta con mio papà un mese prima che lui ci lasciasse.

Ci teneva molto di vedere il piccolo appartamento che avevamo acquistato e, approfittando di una tregua della sua malattia, avevamo fatto una breve vacanza con i miei due figli che erano davvero piccoli…ho una bellissima foto che li ritrae con il nonno accanto ad un negozietto di dolciumi che pareva la casetta di Hansel e Gretel!

Anche di questa ultima vacanza conserverò dei bei ricordi, siamo davvero stati bene insieme i miei figli, mio marito ed io! I ragazzi sono stati davvero una compagnia piacevole e ci siamo fatti un sacco di risate!

Il ricordo che conserverò maggiormente nel cuore sarà quello di una piacevolissima  serata in balcone, con il sole che, tramontando, catturava i colori delle facciate delle case dai bei colori provenzali.

Piccole cose che scaldano il cuore e danno tanta serenità.

Adesso è ripresa la vita di tutti i giorni anche se per poco, sabato si riparte per accompagnare il cucciolo a Parigi perchè lunedì prossimo inizia le lezioni….ma questa è un’altra storia che dovrò scrivere!

A presto.

Read Full Post »

Oggi è una giornata tranquilla, gli esami di maturità del cucciolo stanno proseguendo bene, senza troppi stress…il lavoro procede senza intoppi e io mi sono incantata a guardare il paesaggio fuori dalla finestra.

Il cielo è limpidissimo, come solo il cielo di montagna sa essere, e le montagne si stagliano all’orizzonte in tutta la loro maestosità, dalle loro pendici scendono copiosi torrenti d’acqua che danno una grande sensazione di freschezza.

La pioggia delle scorse settimane ha contribuito a rendere la vegetazione di un verde brillante incredibile e si può percepire nell’aria l’odore del fieno appena tagliato.

Sono qui, guardo queste cose bellissime e mi rendo conto di amare questa terra, queste montagne e mi sento privilegiata di poter ammirare questa natura meravigliosa!

Ho solo un attimo di malinconia…ma tu papà continui a vedere queste cose?

…mi passa subito : certo che tu continui a vederle !

Ti voglio bene.

Read Full Post »

Eccomi qui a scrivere dopo una giornata di bricolage e giardinaggio, dopo la pioggia battente dei giorni scorsi oggi si è fatto vedere un pò di sole e così è tornata la voglia di stare all’aria aperta.

Ora sono in casa e  tutto il silenzio che mi avvolge mi fa riflettere,…mia figlia è partita per l’università, mio figlio è uscito un attimo, mio marito gioca con il cagnone e io penso a quanto sarà silenziosa questa casa fra qualche mese quando rimarremo mio marito ed io e i nostri figli saranno entrambi lontani.

In questi giorni la famiglia era al gran completo e la casa riecheggiava delle voci e delle risate, delle chiacchiere e dei discorsi di tutti…ora ho un pò di malinconia perchè penso che, nei prossimi mesi, partirà anche mio figlio per frequentare l’università e quindi la casa sarà sempre piuttosto silenziosa.

Ma i cuccioli crescono e bisogna abituarsi a lasciarli andare!

Mio marito, lo schnauzerone ed io ci faremo buona compagnia e quando la famiglia si riunirà sarà una grande festa!

Read Full Post »

Durante la solita passeggiata il mio adorato schnauzerone Ralph ha fatto la sua solita tappa…lui è solito fermarsi vicino ad una staccionata e, dopo esserci salito sopra con le zampe anteriori, si gode il paesaggio sottostante.

Oggi, scrutando l’orizzonte, mi sono persa nelle mie considerazioni.

Guardando le montagne che si stagliavano nel cielo terso e azzurro dopo la pioggia, mi sono trovata a pensare che amo moltissimo la mia regione, la amo con i suoi pregi e i suoi difetti. Abitare in una regione di montagna è molto affascinante ma i problemi esistono : in inverno occorre fare i conti con la neve e con il freddo, per spostarsi bisogna percorrere strade spesso irte e piene di curve, non ci sono troppi centri commerciali in cui fare spese però…però non potrei vivere in un altro luogo. Penso che l’amore per la mia Valle mi sia stato trasmesso dal mio papà che, trasferitosi con la famiglia da piccolo, qui aveva trovato tutto: l’istruzione, il lavoro, l’amore; lui era molto grato a questa terra e si era ambientato  e  inserito socialmente .

Papà, quando ero bambina, mi raccontava spesso delle lotte fatte dai nostri antenati per difendere l’autonomia della nostra Valle, per mantenere intatte quelle tradizioni culturali e linguistiche che, ancora oggi,  raccontano la storia di una popolazione.

Durante le mie riflessioni ho pensato che tutto questo è senso di appartenenza, mi sento di appartenere a questa terra, a queste montagne che, ovunque io guardi, si stagliano nel cielo. Qualcuno dice che queste montagne danno un senso di oppressione, di soffocamento, a me no, a me danno un grande senso di protezione e di sicurezza.

Grazie papà, grazie per avermi insegnato ad amare la terra in cui sono nata e spero che tu possa continuare a godere di questi splendidi orizzonti.

Read Full Post »

Older Posts »